Pubblica oggi il Tuo Sito WordPress Gratuito, compresi Hosting e Dominio senza limitazioni

Testata guida sito WordPress gratuito

Premessa

Il metodo per pubblicare un sito WordPress gratuito esposto in questa guida, è rivolto a tutti coloro che desiderano provare a realizzare la loro idea di sito, prima di acquistare abbonamenti e strumenti che non conoscono.

Ma voglio essere chiaro fin da subito.

Il metodo esposto in questa giuda, ti permetterà di ottenre tutto ciò di cui hai bisogno per pubblicare il tuo sito WordPress gratuito, senza limitazioni per l’utilizzo di temi o plugin, ma non può rappresentare in tutti i modi un’alternativa alle soluzioni professionali.

Questa guida rimane in ogni caso un ottimo esercizio pratico, pensata per chi non ha tempo e non vuole addentrarsi nelle questioni tecniche, utilissima per chi vuole realizzare un progetto pilota.

Ecco perché ho deciso di descrivere un metodo semplice, alla portata di tutti, che ti permetterà di ottenere tutto quello di cui hai bisogno, per iniziare la tua esperienza con WordPress a costo ZERO.

Un’altra precisazione importante, questo non è un tutorial completo per imparare ad utilizzare WordPress.

Qui verrai guidato alla produzione e pubblicazione del tuo sito WordPress gratuito, in modo rapido ed efficace.

L’obiettivo è farti diventare operativo velocemente, testare direttamente gli sìtrumenti in autonomia, senza doverti addentrare in dettagli tecnici.

Vedrai la soluzione più rapida per creare tutta la struttura delle pagine e la grafica più adatta alle tue esigenze in pochi click, qualsiasi tipo di sito tu abbia in mente.

Più avanti in questa guida troverai anche un link per scaricare delle risorse pronte che ho preparato per te, queste ti aiuteranno a velocizzare ulteriormente il tuo lavoro.

Non preoccuparti se non hai nessuna esperienza tecnica, seguendo questa guida ti prometto che sarai in grado di svolgere tutte le operazioni in completa autonomia per costruire velocemente il tuo sito.

Cerchi una soluzione professionale?

Scopri il sistema che ti permette di posizionare la tua attività online, pubblicare un sito professionale e fare marketing con la mia assistenza personale!

Pronto a partire..?

Dominio e Hosting Gratuiti.

Per realizzare velocemente e in autonomia il tuo progetto di sito WordPress gratuito continua a leggere.

Per prima cosa, devi registrarti ad un servizio hosting e scegliere il tuo dominio.

Se ancora non ti è chiaro cosa siano un sevizio Hosting e un Dominio, per ora ti basta sapere genericamente che questi sono rispettivamente, lo spazio fisico e l’indirizzo sul web, dove saranno visibili le pagine del tuo sito online.

N.B. Che tu scelga un servizio gratuito o professionale non fa differenza, questa guida è valida in tutti i casi.

Altervista è il servizio hosting gratuito più flessibile e affidabile che io conosca per ottenere un sito WordPress gratuito e un dominio di secondo livello (del tipo www.tuonomesito.altervista.org).

Il grande vantaggio che otterrai con il servizio di Altervista, rispetto ad altri hosting gratuiti, è la possibilità di personalizzare il tuo sito attraverso temi e plug-in di tua scelta e senza nessuna limitazione di spazio.

L’installazione di WordPress fornita da Altervista integra anche delle funzioni utili per ottimizzare e promuovere il tuo sito.

Devi tenere presente che, essendo Altervista un servizio gratuito, le prestazioni a tua disposizione non saranno equivalenti a quelle che puoi ottenere da un hosting professionale.

Un altro limite da tener in considerazione è che la piattaforma fornita da Altervista non è scalabile.

Questo vuol dire che se deciderai di acquistare un dominio personale su Altervista del tipo www.tuonomesito.it, la piattaforma tecnica rimarrà comunque la stessa.

Con Altervista l’attivazione del tuo spazio hosting è semplicissima, puoi registrarti da questa pagina: https://it.altervista.org/.

Digita il nome del dominio che desideri registrare e scegli quello gratuito (il primo in elenco), tra quelli proposti.

Crea sito WordPress gratuito su Altervista

Fai un click sul pulsante “PROSEGUI” e compila il successivo modulo con i tuoi dati, puoi anche utilizzare il tuo account Facebook o Google per registrarti più velocemente.

A questo punto, come ti viene comunicato, riceverai un’email all’indirizzo che hai inserito nel modulo, per ultimare la registrazione.

NOTA: Per accedere al pannello di controllo del tuo nuovo sito dovrai aspettare una nuova comunicazione che dovresti ricevere entro 48 ore dalla richiesta di registrazione.

Consiglio:

Se stai considerando di adottare una soluzione professionale per il tuo Spazio Hosting e Dominio personalizzato, ti consiglio di dare un’occhiata ai piani per WordPress offerti da VHOSTING.

Uno dei tanti vantaggi dei servizi hosting professionali sta nella possibilità di passare a piani con prestazioni superiori all’occorrenza, senza dover spostare nemmeno una virgola del tuo sito già pubblicato.

Nei piani ottimizzati per WordPress di VHOSTING è sempre incluso anche un nuovo dominio gratuito per il primo anno Sono incluse anche molte altre caratteristiche e strumenti che puoi trovare elencati in questa tabella comparativa dei piani per WordPress.

Quando avrai ricevuto l’email di attivazione da Altervista, fai click sul link di accesso che trovi al suo interno e verrai portato direttamente nella bacheca di WordPress.

La prima cosa da fare è autorizzare la comunicazione del tuo sito ospitato su Altervista con altri server, questo ti permettera di utilizzare alcuni strumenti esterni, non preoccuparti per farlo basteranno pochi click.

Scorri il menu principale di WordPress fino a trovare la voce “Impostazioni” e dal sotto menu seleziona “Server to Server”.

A questo punto il sistema chiede di inserire un n° di telefono per poter inviare un codice di sicurezza via SMS, immetti il tuo n° e procedi, riceverai il codice in pochi istanti.

Dopo aver inserito il codice di sicurezza, metti la spunta alla voce “Collegamento esterno senza restrizioni” e premi “Salva”.

Nota: Possono volerci fino a 30 minuti prima che le modifiche abbiano effetto.

Ottimo, adesso puoi procedere con l’installazione del tema grafico gratuito.

Installare il Tema Gratuito

Devi sapere che non tutti i temi gratuiti sono in grado di offrire le adeguate funzionalità, spesso hanno importanti limitazioni che ti impediscono di gestire agevolmente i tuoi contenuti.

Altervista mette a disposizione un assortimento di temi focalizzati su argomenti specifici.

Ma visto che l’obbiettivo di questa guida è fare in modo che tu possa pubblicare un sito specifico per le tue esigenze, ti consiglio di adottare un tema polivalente.

Con la versione gratuita del Tema Astra avrai a disposizione tutto il necessario per creare un sito, praticamente per qualsiasi esigenza.

Ho selezionato il tema Astra principalmente per tre ragioni:

  1. Leggero e quindi veloce da caricare, la velocità di caricamento delle pagine per un sito è fondamentale per evitare di perdere traffico.
  2. Gestione rapida e ordinata, il pannello per personalizzare le sezioni gestite dal tema sono ordinate in modo logico, questo permette di risparmiare un sacco di tempo per le modifiche dei vari elementi.
  3. Costantemente aggiornato, l’azienda che produce Astra svolge un costante lavoro di aggiornamento garantendo l’affidabilità di questo tema.
  4. (Lo so avevo detto tre) Astra porta con sé una “DOTE” straordinaria!?

Per poter installare il tema Astra su Altervista devi prima scaricare il file dalla pagina ufficiale: Download Tema Astra.

Facendo click sul pulsante “DWONLOAD NOW”, verrai reindirizzato al listino prezzi, scorri la pagina più in basso e (appena sotto al istino), troverai il link per scaricare la versione gratuita.

Sito WordPress gratuito scarica tema Astra

Salva il file in una cartella sul tuo computer da dove ti sarà semplice ritrovarlo, tra poco vedrai come caricarlo sul tuo sito.

Adesso, dalla bacheca di WordPress del tuo sito su Altervista, scorri il menu principale sulla sinistra fino a trovare la voce “Aspetto” e, dal sotto menù che si apre, seleziona la voce “Temi”.

Vedrai visualizzate una serie di anteprime relative ad altri temi, procedi selezionando la voce “Carica tema” e di seguito “Scegli file”.

Si aprirà una finestra dalla quale, navigando nelle cartelle del tuo computer, puoi selezionare il file del tema astra.zip che hai scaricato in precedenza, quindi fai click su apri e poi su “Installa ora”.

Al termine dell’installazione, che dovrebbe durare pochi secondi, non rimane altro da fare che attivare il tema facendo clic sull’apposito link.

Sito-WordPress-gratuito-Installazione-tema-Astra-su-Altervista

Adesso puoi fare un click sulla X in alto a sinistra per tornare alla bacheca di WordPress.

Di nuovo, scorri il menu principale fino a trovare la voce “Astra” e dal sotto menù che si apre questa volta seleziona la voce “Bacheca”.

Sposta la tua attenzione al riquadro sulla destra dal titolo “Plugin utili” e fai click su install in corrispondenza del plugin “Starter Template”.

Sito-WordPress-gratuito-installazione-starter-template

NOTA: Completata l’installazione del plugin, viene proposta la scelta tra l’utilizzo “Classico” dei template pronti o l’utilizzo dell’intelligenza artificiale tramite la piattaforma esterna ZipWP.

Consiglio:

ZipWP è una soluzione innovativa per la costrtruzione di un sito WordPress gratuito con l’aiuto dell’intelligenza artificiale.

Ma ho deciso di basare questa guida sulla versione Classic Starter Template, visto che al momento in cui sto scrivendo, la procedura con ZipWP, non ti permette di includere automaticamente alcuni plugin utili.

In oltre ho constatato che ci sono ancora dei problemi con le traduzioni dei testi dall’inglese all’italiano.

Puoi comunque collegare successivamente al tuo sito un account gratuito di ZipWP e sfruttare le potenzialità del’intelligenza artificiale, per ottenere un aiuto nella compilazione dei tuoi contenuti.

Dopo aver selezionato “Classic Starter Template“, nel passaggio successivo devi sceglire un “Page Builder” (costruttore di pagine), quello che ti consiglio di selezionare è Elemantor.

Più avanti vedrai come utilizzare Elementor per gestire tutti i contenuti delle pagine del tuo sito in modo semplice e veloce, anche se sei un principiante.

La “DOTE” di Astra

Ti ricordi quando ho accennato alla “DOTE” di Astra?

Bene, adesso scoprirai a cosa mi riferivo…

Attraverso il plugin “Starter Template” hai accesso ad un intero catalogo di Template Pronti per le più svariate esigenze!

Esplora le categorie per trovare quello più adatto alle tue esigenze, puoi scegliere tra più di 40 modelli Gratuiti!

Le anteprime che vedi con l’etichetta “PREMIUM” sono utilizzabili esclusivamente acquistando un abbonamento.

Passa con il cursore del mouse sulla miniatura del sito di tuo interesse e fai click per visualizzare l’anteprima completa del sito intero.

Nota: Se sei indeciso e non sai quale template scegliere, ti consiglio di partire con un design semplice e pulito (es. Planet Earth), in questo modo non ti sentirai condizionato dal seguire una traccia in particolare.

Quando avrai deciso quale modello di sito si adatta meglio alle tue esigenze, selezionalo e carica il tuo logo (se ne hai già uno), oppure fai click sul pulsante “Skip & Continue” per caricarlo più tardi.

Adesso puoi scegliere l’assortimento dei colori e la combinazione di font che vorresti per il tuo sito, vedrai cambiare l’anteprima in tempo reale con i colori e i font che selezioni.

Quando avrai scelto i colori e font di tuo gradimento (li puoi cambiare anche più tardi), fai click su “Continue” per avviare la procedura di installazione.

A questo punto fai click sul pulsante “Submit & Build My Website” per iniziare l’importazione di tutti i contenuti corrispondenti al template che hai scelto.

Consiglio:

Tieni aperta la finestra del browser fino al termine dell’operazione per evitare inconvenienti durante il processo d’importazione del template.

Sito-WordPress-gratuito-importazione-template

Fatto, il tuo nuovo sito è online!

Fai click su “View Your Website” per vedere il risultato.

OK lo so, i titoli delle pagine del tuo sito sono in inglese, ma non ti preoccupare perché adesso vedrai come tradurre tutto in un lampo.

Dalla bacheca scorri il menu di sinistra e fai click sulla voce “Pagine”, vedrai l’elenco di tutte le pagine che compongono il tuo sito.

Per modificare il titolo di una pagina è sufficiente passare con il cursore del mouse sul titolo e fare click sulla scritta “Modifica Rapida”.

Vedrai il titolo in inglese riportato nelle caselle “Titolo” e “Slug”, cambialo con quello che preferisci (scrivilo identico in entrambe le caselle), poi clicca il pulsante “Aggiorna” e il gioco è fatto.

sito-WordPress-gratis-cambiare-nome-alle-pagine

Agendo in questo modo e modificando il titolo della pagina, anche il menu di navigazione del sito verrà aggiornato automaticamente, comodo vero!

Siamo arrivati a buon punto…

  • Hai ottenuto un hosting per il tuo sito WordPress gratuito e senza limitazioni con Altervista.
  • Hai scaricato e installato il tema gratuito Astra.
  • Hai scelto la struttura grafica del tuo sito tra decine di template gratuiti con il plugin Starter Templates.
  • Hai visto come cambiare i titoli delle pagine e del menu di navigazione in un lampo.

E sai quale è il bello di tutto questo?

Seguendo questa guida, stai imparando in modo naturale ad utilizzare WordPress!

Questo è il metodo d’insegnamento che preferisco e che utilizzo anche nel mio programma di coaching avanzato per posizionare un business online.

Come personalizzare i contenuti del Tuo Sito.

Come avrai certamente intuito, per aggiungere, sostituire o modificare i contenuti del tuo sito sfrutterai Elementor.

Se ancora non conosci Elementor è il momento di spiegarti perché ho scelto proprio questo strumento per la gestione dei contenuti.

Questo è il “Page Builder” (costruttore di pagine), più semplice e intuitivo da utilizzare, specialmente per un principiante.

Con Elementor puoi gestire facilmente tutto il contenuto del tuo sito anche se non hai la minima esperienza nella costruzione di siti internet.

Per cominciare il tuo progetto la versione gratuita di Elementor sarà sufficiente.

Se vuoi sfruttare tutto il potenziale di Elementor, puoi considerare di acquistare una licenza per la versione PRO.

Più avanti vedrai anche come sfruttare questo strumento, per importare le pagine già pronte che ho preparato per te.

Questa guida non vuole essere certo un corso completo su Elementor ma puoi utilizzare le mie indicazioni, per entrare subito in sintonia con questo strumento.

Vediamo comunque come capirne il funzionamento di base, per cominciare ad utilizzarlo in modo semplice e veloce.

Quella che vedrai adesso è, secondo la mia esperienza, una delle vie più rapide per accedere alla modifica dei contenuti di pagine e articoli.

Accedi al tuo sito WordPress e visualizza la Home Page facendo click sull’icona a casetta che vedi nell’angolo in alto a sinistra.

Avendo eseguito l’accesso come amministratore del sito, su qualsiasi pagina o articolo che navighi, vedrai in alto una barra nera con la voce “Modifica con Elementor”.

Fai click su questa per entrare nella modalità di modifica della pagina che stai visualizzando.

Alla tua sinistra apparirà un elenco di elementi che puoi utilizzare per aggiungere vari tipi di contenuto.

Per cominciare a familiarizzare con lo strumento ti consiglio di provare a personalizzare i contenuti già presenti prima di aggiungerne altri nuovi.

Segui attentamente i prossimi passaggi e capirai velocemente come gestire tutti i tuoi contenuti.

Gli elementi della pagina sono organizzati essenzialmente su tre livelli:

  • Contenitore Generale, è il contenitore più ampio ed è evidenziato da un’etichetta rosa con tre simboli: il +, 6 quadratini e la X.
  • Contenitore Interno, è un sotto contenitore a quello generale, ed è identificabile da un quadratino grigio scuro con l’icona a rappresentare un rettangolo diviso.
  • Elemento, selezionabile tramite un quadratino rosa con icona a forma di matita.
sito-WordPress-gratuito-gestione-contenuto-con-elementor

Ogni volta che selezionerai un contenitore o elemento, si attiveranno le relative opzioni di modifica sulla barra laterale sinistra.

Per ogni contenitore o elemento selezionato saranno disponibili tre sezioni di modifica.

Nel caso dei contenitori troviamo le sezioni:

“Layout” – “Stile” – “Avanzato”

Selezionando un elemento le sezioni saranno:

“Contenuto” – “Stile” – “Avanzato”

sito-WordPress-gratuito-controlli-elementi

Nel caso dei contenitori, la sezione “Layout”, servirà per definire le dimensioni del contenitore e l’orientamento in cui gli elementi al suo interno verranno visualizzati.

A seconda dell’elemento selezionato, nella sezione “Stile”, troverai i controlli per impostare colori di sfondo, la dimensione dei caratteri, i colori dei pulsanti, dimensione delle immagini etc.

La sezione “Avanzato”, serve per controllare principalmente gli spazi (esterni e interni) tra i vari elementi sulla pagina, ma include anche molti altri controlli che ti invito a sperimentare.

Il mio consiglio, per apprendere velocemente come muoversi attraverso queste componenti è di iniziare selezionando un testo, personalizzare il contenuto nella sezione “Stile” e poi passa alla sezione “Avanzato”.

Vedrai le tue modifiche in tempo reale, senza bisogno di ricaricare la pagina, in questo modo ti renderai subito conto del risultato delle tue modifiche.

Anche nella parte bassa della barra di Elementor trovi delle funzionalità che ti saranno molto utili.

Partendo da sinistra troviamo:

  • Icona ingranaggio, per entrare nelle impostazioni generali della pagina.
  • Icona a strati, apre una finestrella di navigazione tra i vari elementi.
  • Icona orologio, è la cronologia delle modifiche, permette di tornare indietro e annullare qualche modifica errata.
  • Icona dispositivi, cambia la visuale per visualizzare in anteprima la versione mobile della pagina.
  • Icona occhio, apre l’anteprima della pagina in un’altra finestra.
sito-WordPress-gratuito-controlli-elementor

Hai a disposizione più opzioni per salvare il tuo lavoro:

  • Puoi salvare una bozza e riprendere le modifiche in seguito.
  • Puoi selezionare un contenitore e salvare una parte della tua pagina da riutilizzare in altri punti del tuo sito e su altri siti che utilizzano Elementor.
  • Puoi salvare l’intera pagina come template e riutilizzarla per creare altre pagine sul tuo e su altri siti che utilizzano Elementor.

Quando sarai soddisfatto del tuo lavoro, fai click sul tasto “Aggiorna” (o “Pubblica” se è una bozza), per pubblicare la tua pagina.

Ci sarebbe ancora moltissimo da dire sulle funzionalità di Elementor, ma ti basterà usarlo per accorgerti di quanto sia molto completo e intuitivo.

Privacy e Cookie

Vediamo adesso come aggiungere le pagine legali, cioè quelle che ogni sito deve avere per essere in regola con le normative in tema di privacy.

Per la creazione della privacy e cookies policy su Altervista, puoi attivare il servizio di Iubenda, direttamente dalla bacheca di WordPress.

Scorri il menu fino alla voce “Impostazioni” e dal sotto menu seleziona “Privacy e Cookie Policy”, fai clic sul pulsante verde “Crea una Privacy Policy con Iubenda”, compila il modulo e segui le istruzioni che ti verranno recapitate via email.

Anche se considero iubenda un ottimo servizio, personalmente preferisco una gestione diversa per la mia Privacy e Cookie Policy.

Se anche tu vuoi gestire manualmente queste impostazioni, per semplificarti le cose, ho preparato un modello di entrambe le pagine che puoi personalizzare semplicemente aggiungendo i tuoi dati.

Scarica adesso i modelli precompilati delle pagine Cookies e Privacy da questo link: Download pagine privacy e cookies

Disclaimer: Non posso garantire che i testi riportati nei template delle pagine precompilate che ti ho fornito siano validi per qualsiasi settore, questi testi hanno il solo scopo di aiutarti a velocizzare il tuo lavoro ma non mi assumo nessuna responsabilità in merito alla loro completa conformità rispetto alle normative vigenti.

Quando avrai scaricato il file compresso sul tuo PC estrai il contenuto in una cartella, tra un attimo vedrai come caricare semplicemente le pagine nel tuo sito, utilizzando una funzione di Elementor.

Dalla bacheca di WP scorri il menu fino alla voce “Pagine” e dal sotto menu fai clic su “Aggiungi Pagina”.

Si aprirà una finestra che ti invita a dare un titolo alla pagina, scrivi “Privacy” oppure “Cookies”, a seconda di quale tra le due pagine vuoi creare per prima.

Adesso fai clic sul pulsante blu “Modifica con Elementor” che trovi appena al di sopra del titolo, si aprirà una pagina vuota in modalità di modifica.

Vedrai apparire sulla sinistra una quantità di riquadri, ognuno dei quali corrisponde ad un tipo di elemento utile alla costruzione o modifica dei contenuti della pagina.

Per importare le pagine precompilate, dovrai fare clic sull’icona a forma di cartellina che vedi nella parte centrale.

sito-WordPress-gratuito-caricamento-pagine-legali

Appariranno dei template di sezioni e pagine messi a disposizione da Elementor (per ora non ti servono).

Alcuni di questi sono gratuiti e altri con l’etichetta PRO, questi ultimi saranno disponibili solo acquistando una licenza di Elementor PRO.

Identifica l’icona a freccia in su, nell’angolo alto a destra, per procedere all’importazione della pagina che hai scaricato sul tuo PC.

Adesso fai clic sul pulsante “Seleziona File”, seleziona una delle pagine che hai scaricato, controlla che il nome del template corrisponda alla pagina che stai creando e fai clic su “Inserisci”.

sito-WordPress-gratuito-caricamento-pagine-personali

Nota: Vedrai apparire in successione due finestre per abilitare l’importazione dei file .json  come quelli che ti ho fornito, conferma di voler importare ifile.

Modifica i testi delle pagine precompilate con i tuoi dati, puoi farlo semplicemente cliccando direttamente sul testo.

In alternativa, puoi selezionare l’elemento contenente il testo e lavorare dal riquadro che si apre sulla barra degli strumenti alla tua sinistra.

A questo punto, la normativa prevede che venga esposto anche un banner informativo, questo serve per dare la possibilità di accettare o rifiutare l’utilizzo dei cookie, da parte dei navigatori che approdano al tuo sito.

Seguendo i prossimi passaggi vedrai come utilizzare un plugin che ti permette di impostare in modo semplice e veloce questo avviso.

Scorri il menu fino alla voce “plugin” e dal sotto menu fai click sulla voce “Aggiungi Nuovo”, nella casella di ricerca digita “CookieYes” (senza spazi).

Vedrai apparire nel primo riquadro il corrispondente plugin, clicca sul pulsante “installa ora” e subito dopo “attiva”.

sito-WordPress-gratuito-installare-CookieYes

Da questo momento, sul tuo sito apparirà un “banner” che informa i navigatori dell’utilizzo dei cookie sul tuo sito.

Sono necessari solo un paio di passaggi per fare in modo che il messaggio sia adeguato alle tue esigenze.

Per personalizzare le opzioni del plugin, dal menu principale di WP, fai click sulla voce “CookieYes”.

Prima di tutto spostati nella TAB “Lingue” per impostare il plugin e i messaggi in Italiano.

Fai click sul pulsante “Add Language”, seleziona la lingua italiana e poi fai click sui tre puntini che vedi vicino al pulsante “Edit Content” per impostare l’italiano come lingua predefinita.

sitoWordPress-gratuito-impostare-CookieYes

Il secondo passaggio ti permette di visualizzare il link alla pagina dell’informativa nel testo del banner, anche questo è previsto dalla normativa.

Dal pannello di CookieYes, vai alla sezione “Cookie Banner”, dal menu di sinistra seleziona “Content & Colors”, apri la prima TAB “Cookie Notice” e scorri verso il basso fino a trovare il campo “Cookie Policy” link.

Qui inserisci la URL della pagina che hai creato in precedenza per l’informativa dei cookie (es. https://tuonomesito.altervista.org/cookie-policy)

In fine, scorri verso l’alto e fai click sul pulsante “Publish Changes”, per salvare le impostazioni.

Il plugin CookieYes offre anche molte altre opzioni, per adesso, queste che hai appena visto, sono sufficienti per visualizzare correttamente il banner dei cookie.

Impostare Cookie e privacy nel footer.

La normativa prevede anche che su ogni pagina del tuo sito sia presente un link di riferimento alle informative sulla privacy e cookie,

Ecco il modo più semplice per soddisfare questo requisito.

Scorri il menu di WP fino alla voce “Aspetto” e seleziona il sotto menu “Personalizza”, nella finestra centrale vedrai apparire la home page del tuo sito e, sul lato sinistro, un menu per controllare le impostazioni del tema Astra.

Nota: Utilizzando WP capirai che non c’è una sola strada per arrivare alle varie impostazioni, quale seguire è solo una questione di abitudine e preferenza personale.

Fai click sulla voce “Menu” e poi sul pulsante “Crea un nuovo menu”, dai al nuovo menu il nome “Footer” e metti la spunta alla casella “Menu del footer”, prosegui facendo click sul pulsante “Prossimo”.

Apparirà il pulsante con un segno + “Aggiungi voci” facendo click su questo si aprirà una nuova barra verticale dalla quale puoi selezionare le pagine che dovranno apparire nel menu Footer.

Aggiungi adesso le pagine “privacy” e “cookie” nel menu Footer facendo click sul segno + corrispondente.

sito-WordPress-gratuito-cookie-e-privacy-nel-footer

In fine fai click sul pulsante blu “Pubblica” per confermare le impostazioni e pubblicare il menu nell’area footer (pie pagina) del tuo sito.

Probabilmente ancora non vedrai il menu nel footer del tuo sito, ma risolviamo subito la faccenda con pochi click.

Torna indietro di due livelli con la freccia che trovi in alto a sinistra.

sito-WordPress-gratuito-indietro-due-livelli

Seleziona aesso la voce “Builder del footer”, vedrai apparire nella parte bassa della finestra centrale, la sezione del footer in modalità di modifica.

Scegli in quale posizione vuoi far apparire i collegamenti alle pagine delle informative (hai tre righe disponibili), fai click sul segno + e seleziona il widget “Footer Menu”.

sito-WordPress-gratuito-widget-footer

Salva le impostazioni facendo click sul pulsante blu “Pubblica” e il gioco è fatto!

In questo modo su ogni pagina del tuo sito sarà presente un collegamento alle informative privacy e cookie, come richiesto dalla normativa.

Visto com’è semplice estendere le funzionalità di WP attraverso l’uso dei plugin.

  • Con Astra Starter Template hai caricato addirittura tutta la struttura del sito.
  • Con Elementor puoi gestire tutti i contenuti e hai utilizzato una funzione per caricare i modelli pronti di intere pagine.
  • Con CookieYes hai integrato il banner informativo per i cookie come previsto dalle normative.

Tieni presente che, la procedura per installare un plugin è sempre la stessa, vai nella sezione “plugin” + “Aggiungi Nuovo”, fai una ricerca per una funzionalità specifica (es. modulo contatti), poi fai clic su installa e attiva.

Molto probabilmente, se controlli sotto la voce “plugin”, ne troverai altri già installati, questi plugin sono stati caricati da Altervista e quando hai importato lo Starter Template di Astra.

Ti consiglio di non eccedere con l’utilizzo dei plugin perché questi contribuiscono ad appesantire il codice del sito e di conseguenza a rallentarne le prestazioni.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa guida per pubblicare un sito WordPress gratuito.

Mi auguro che ti sia stata utile ad ottenere il risultato più adatto alle tue esigenze.

Da adesso il tuo sito va alimentato con il traffico, una “bellissima vetrina online”, se non la trova nessuno, è come se non esistesse!

Ma questo è un argomento che richiede un’altra guida 😉

Lascia un commento se hai qualche domanda in merito alla realizzazione del tuo sito.

P.S. Se pensi che questa guida sia utile, condividila sui social, per te è solo un click, per me è un modo di dare visibilità al mio lavoro, grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto